54.49% Raised
€8,173.00 donated of €15,000.00 goal
2 Donors

Contesto di riferimento

In Etiopia grave è il problema dei bambini di strada, mentre le bambine orfane diventano “invisibili” nei bar e nelle case di improbabili zii e zie acquisite. Le si incontrano spesso alle scuole serali, tristi per non poter vivere una vita per la loro età. Nelle città dove opera il GMA mancano sufficienti attività produttive per occupare le centinaia di potenziali lavoratori e lavoratrici che si immettono sul mercato come manodopera non qualificata. Strano a dirsi, invece c’è sempre posto per sfruttare, col lavoro minorile, bambini in difficoltà. Molte famiglie non superano la soglia di povertà estrema a causa di malattie. L’analfabetismo, diffuso in tutto il paese, raggiunge tassi elevatissimi fra le donne adulte e le  babam, arrivando fino al 70%.

Obiettivo

Realizzazione di una casa famiglia per 20 bambine dai 7 ai 13 anni attraverso donazioni finalizzate.

Le minori saranno così accolte ed avranno sia un tetto che i servizi basilari per sperare in un futuro migliore. Attualmente più di 100 ragazzi sono inseriti in 2 Case Famiglia (Shash. e Asella). La nostra esperienza ci dice che possiamo passare adesso ad occuparci anche delle bambine.

Scopo del progetto

Ospitare una ventina di bambine e ragazze a rischio o abbandonate, spesso orfane di entrambi i genitori o figlie di recluse; reinserirle nel sistema scolastico della Missione, garantire loro vitto e alloggio, assistenza sanitaria, con conseguente assistenza affettiva e sicurezza. Scopo non ultimo dell’intervento, ove possibile, è il reinserimento nelle famiglie o villaggi d’origine dopo il ciclo elementare se le ragazze stesse lo desiderano. Si pensa di poter iniziare con l’accoglienza piena (notte/giorno) di 20 bambine e seguirne nel futuro altre durante la giornata allo scopo di poterle avviare agli studi e alla socializzazione.

Finanziamento dell'opera

Si richiede copertura finanziaria (15.000€)  anche con donazioni di qualsiasi importo per iniziare questo progetto. Per la sostenibilità, dopo il primo anno, il progetto proseguirà con il SaD (Sostegno a Distanza delle bambine ospiti con una quota annuale di €300 (solo 0,80€ al giorno). I donatori riceveranno aggiornamenti continui sul work in progress. Qualsiasi donazione potrà essere deducibile fiscalmente (art. 83 del Decreto Legislativo 3 luglio 2017, nr. 117 – Codice del Terzo Settore)La sostenibilità del progetto è garantita dalla quota di SaD – pari a 300,00 euro (istruzione, abbigliamento, cure mediche, fondo emergenza, aiuto alle famiglie in caso di necessità)