News News News

Aspettando il Natale a Shashamane

Carissimi,

oggi più che mai siamo alla ricerca di un Natale di speranza, gioia e umanità. L’attualità del messaggio evangelico “Chi accoglie uno di questi piccoli (…) accoglie Me” (Marco 9, 33-37) … ci fa sentire smarriti per non potere accogliere, nei nostri progetti, altri bambini abbandonati che incontriamo qui in Etiopia. MA:

Natale è INCONTRO e qui, nell’atmosfera familiare e di gioia nei centri dove opera il GMA Napoli (scuole, ambulatorio, carcere femminile, Case Famiglia, ecc), lo ritroviamo nei sorrisi e gli auguri che vi inviano i piccoli e i ragazzi/e sostenuti distanza da voi. GRAZIE anche per le donazioni: UN BUON pranzo di Natale (etiope), il 7 gennaio, si sta già organizzando.

Natale è PACE: lo scorso 8 luglio, finalmente, abbiamo festeggiato l’abbraccio tra l’Etiopia e l’Eritrea attraverso i loro capi di Stato, fine di un conflitto decennale tra i 2 Paesi del Corno d’Africa.

Natale è RINASCITA: ci raccontano qui di alcune famiglie trasferitesi in altre città per opportunità di lavoro e vita migliore e ne siamo contenti, anche se ciò comporta la sostituzione del bambino affidato ad alcuni sostenitori. Sostituiamo con gioia anche tanti ragazzi di Casa Famiglia ammessi alle Università purtroppo lontane. Anche la cronicità di malattie può divenire la causa di tale sostituzione: la piccola Bethlehem ha la leucemia da 2 mesi e ci ha spezzato il cuore vederla nella sua capanna, ci siamo attivati e l’abbiamo affidata al nostro amico dott. Hagos in Addis Abeba. Confidiamo in Dio per la sua rinascita

Natale è FESTA: Domenica scorsa, durante la Messa nella missione di Shashamane, è stato celebrato un bellissimo battesimo: funzione liturgica abbastanza diversa dalla nostra, con canti e danze e tanta voglia di urlare la propria fede, con la gioia nel cuore. In serata siamo stati invitati a cena: ognuno arrivava con piatti e pietanze colorate. La festeggiata passava di mano in mano, ricevendo tante coccole e benedizioni dalle famiglie ospitate. E’ stata un’occasione in più per respirare quell’aria di “casa abesha”, piena di allegria, amici e parenti e povera di cose. Così doveva essere l’atmosfera a Betlemme all’arrivo dei Re Magi.

Vi giungano gli auguri di felice Natale ed Anno nuovo.

Commenta