News News News

Acqua, questione di vita o di morte

Carissimi,

“Tu sia lodato, mio Signore, per sorella acqua, la quale è molto utile e umile e preziosa e pura” (Cantico delle creature)

Mai come in questo periodo ho gustato ed apprezzato questo immenso  dono che è l’acqua, per noi e per il mondo intero. Si apprezza un dono quando lo si perde, e così è per l’acqua…quando manca ci si accorge di quanto sia preziosa. Quando invece si è nell’abbondanza, si è ciechi, si spreca e ci si lamenta ancora.

Specialmente in questi mesi, qui a Sashamane, c’è stata vera scarsità di acqua. La popolazione è numerosissima è l’acqua non è sufficiente per tutti. Già al mattino presto si vedono gli asinelli trainare carretti pieni di recipienti vuoti in cerca di acqua, e lunghe file di gente che attende ore per riempire un bidoncino da 20 litri che deve durare molto, deve bastare per l’intera famiglia numerosa, almeno per bere.. il costo di un recipiente da 20 litri va dai 10 ai 5 birr, di conseguenza anche i prezzi al mercato sono saliti alle stelle.

Noi ci riteniamo ancora fortunati perché nella nostra zona il Municipio la distribuisce una volta la settimana . E’ una gioia grande quando arriva, anche la nostra gente gioisce con noi e ci si prodiga per riempite tutti i recipienti e i tank, ci si alza anche la notte per approfittare che nulla vada perduto. Con questa riserva di acqua possiamo continuare il nostro servizio ai poveri con la mensa dei bambini denutriti, per il loro cibo e per la doccia,  per le medicazioni ai malati di lebbra e per la casa.

Dopo questi disagi si è molto attenti a chiudere subito il rubinetto dopo che si è usata, a riciclare tutta l’acqua che può servire poi per i servizi o per l’orto. Si acquista così una sensibilità nuova a non sprecarne neanche una goccia, cosa impensabile per l’Occidente dove c’è tanto spreco…

Ma la cosa più sorprendente è che la gente affronta con grande normalità questi disagi senza lamentarsi.

Nelle zone rurali poi la situazione è peggiore a causa della siccità. Avrete sentito dai media  che in certe zone d’Africa la gente muore di fame per mancanza d’acqua: acqua, questione di vita o di morte…

La  gente però non si arrende e ha pregato e prega per la pioggia….e così il Padre del cielo sta ascoltando le loro preghiere e da circa due settimane sono apparse le nuvole e qui, a Sashamane, è scesa la prima  pioggia…speriamo che continui….e che la gente possa seminare e avere un raccolto abbondante..

“ Tu sia lodato mio Signore, per sorella acqua, la quale è molto utile e umile, preziosa e pura”

Con unità grande

Maria Pia

Commenta